La guida di Matteo

Matteo

La guida di Matteo

Visite turistiche
Il bastione di Saint Remy è una delle fortificazioni più importanti di Cagliari, situata nel quartiere Castello. Alla fine del XIX secolo venne monumentalmente trasformato in una scalinata, sormontata dall'arco di Trionfo, che dà accesso ad una passeggiata coperta e ad una grande terrazza panoramica. E' tranquillamente raggiungibile a piedi in 7 minuti, in quanto dista 600 metri dal Golden Loft.
110
moradores locais recomendam
Bastione di Saint Remy
110
moradores locais recomendam
Il bastione di Saint Remy è una delle fortificazioni più importanti di Cagliari, situata nel quartiere Castello. Alla fine del XIX secolo venne monumentalmente trasformato in una scalinata, sormontata dall'arco di Trionfo, che dà accesso ad una passeggiata coperta e ad una grande terrazza panoramica. E' tranquillamente raggiungibile a piedi in 7 minuti, in quanto dista 600 metri dal Golden Loft.
Costruita nel corso del ‘200 in stile gotico pisano, la chiesa dedicata alla Vergine Assunta e a Santa Cecilia martire assunse nel 1258 il rango di cattedrale.Ampliato tra la fine del XIII e i primi del XIV secolo, nel 1669 l’edificio religioso fu rimaneggiato nelle forme tipiche del barocco genovese da Domenico Spotorno. Nella prima metà del ‘900 la marmorea facciata barocca fu rifatta in stile romanico lucchese. Nel soffitto della cripta della Cattedrale di Cagliari sono scolpiti 584 magnifici rosoni, uno diverso dall'altro. Dista 650 metri dal Golden Loft (10 minuti a piedi)
66
moradores locais recomendam
Cathedral of Saint Mary of the Assumption and Saint Cecilia
66
moradores locais recomendam
Costruita nel corso del ‘200 in stile gotico pisano, la chiesa dedicata alla Vergine Assunta e a Santa Cecilia martire assunse nel 1258 il rango di cattedrale.Ampliato tra la fine del XIII e i primi del XIV secolo, nel 1669 l’edificio religioso fu rimaneggiato nelle forme tipiche del barocco genovese da Domenico Spotorno. Nella prima metà del ‘900 la marmorea facciata barocca fu rifatta in stile romanico lucchese. Nel soffitto della cripta della Cattedrale di Cagliari sono scolpiti 584 magnifici rosoni, uno diverso dall'altro. Dista 650 metri dal Golden Loft (10 minuti a piedi)
La torre dell'Elefante è la seconda torre medievale più alta di Cagliari, dopo la torre di San Pancrazio. L'edificio, uno dei monumenti più importanti della città, si trova nel quartiere Castello al fianco della chiesa di San Giuseppe ed è raggiungibile dalla via Santa Croce, dalla via Università e dal Cammino Nuovo. La visita al monumento consente di ammirare vasti panorami della città e del circondario.
48
moradores locais recomendam
Torre dell'Elefante
48
moradores locais recomendam
La torre dell'Elefante è la seconda torre medievale più alta di Cagliari, dopo la torre di San Pancrazio. L'edificio, uno dei monumenti più importanti della città, si trova nel quartiere Castello al fianco della chiesa di San Giuseppe ed è raggiungibile dalla via Santa Croce, dalla via Università e dal Cammino Nuovo. La visita al monumento consente di ammirare vasti panorami della città e del circondario.
La cripta è in parte una grotta naturale, in parte scavata nella roccia; è situata sotto la chiesa omonima, nel quartiere storico di Stampace. Dista soli 90 metri dal Golden Loft Stampace.
Cripta Santa Restituta
8 Via Sant'Efisio
La cripta è in parte una grotta naturale, in parte scavata nella roccia; è situata sotto la chiesa omonima, nel quartiere storico di Stampace. Dista soli 90 metri dal Golden Loft Stampace.
L'area su cui sorgono sporge da un costone roccioso che ne fa una sorta di giardino pensile. Dall'ingresso si snoda un lungo viale alberato che si conclude con la Galleria Comunale d'Arte, una costruzione che un tempo ospitava la Regia Polveriera. Nel Giardino si possono ammirare fontane ed elementi scultorei, come la statua romana della cosìddetta Grande Ercolanense, proveniente da Uta. Dal punto di vista naturalistico si trovano piante secolari come le jacarande, due esemplari di ficus macrophille, palme e aiuole che formano un tappeto multicolore.
19
moradores locais recomendam
Public Gardens
19
moradores locais recomendam
L'area su cui sorgono sporge da un costone roccioso che ne fa una sorta di giardino pensile. Dall'ingresso si snoda un lungo viale alberato che si conclude con la Galleria Comunale d'Arte, una costruzione che un tempo ospitava la Regia Polveriera. Nel Giardino si possono ammirare fontane ed elementi scultorei, come la statua romana della cosìddetta Grande Ercolanense, proveniente da Uta. Dal punto di vista naturalistico si trovano piante secolari come le jacarande, due esemplari di ficus macrophille, palme e aiuole che formano un tappeto multicolore.
Poche decine di chilometri a sud-ovest di Cagliari sorge uno dei siti archeologici più importanti della Sardegna, una prospera città, prima fenicia, poi cartaginese, infine importantissimo centro romano, un gioiello tramandatoci attraverso tre millenni. È stata la prima città fenicia in Sardegna (VIII secolo a.C.), snodo del commercio, nonché porto dall’invidiabile posizione, nell’istmo di capo Pula, da cui si poteva salpare con qualsiasi vento. Nora, sviluppatasi pienamente nel IV secolo a.C. sotto il dominio punico, nel 238 a.C. fu conquistata dai Romani e nel I d.C. divenne municipium. Nei due secoli successivi, visse il massimo splendore: crescita urbana e ottomila abitanti, oltre a essere caput viae, chilometro zero di tutte le strade dell’Isola. Dista 35 km dal Golden Loft Stampace.
52
moradores locais recomendam
Area archeologica di Nora
52
moradores locais recomendam
Poche decine di chilometri a sud-ovest di Cagliari sorge uno dei siti archeologici più importanti della Sardegna, una prospera città, prima fenicia, poi cartaginese, infine importantissimo centro romano, un gioiello tramandatoci attraverso tre millenni. È stata la prima città fenicia in Sardegna (VIII secolo a.C.), snodo del commercio, nonché porto dall’invidiabile posizione, nell’istmo di capo Pula, da cui si poteva salpare con qualsiasi vento. Nora, sviluppatasi pienamente nel IV secolo a.C. sotto il dominio punico, nel 238 a.C. fu conquistata dai Romani e nel I d.C. divenne municipium. Nei due secoli successivi, visse il massimo splendore: crescita urbana e ottomila abitanti, oltre a essere caput viae, chilometro zero di tutte le strade dell’Isola. Dista 35 km dal Golden Loft Stampace.
EXMA – Exhibiting and Moving Arts è un Centro Comunale d’Arte e Cultura che ha come obiettivo la promozione e la valorizzazione delle arti contemporanee, in accezione interdisciplinare e multiculturale. Il suo nome è un omaggio al luogo che lo ospita, gli spazi dell’ammazzatoio comunale di Cagliari ultimato nel 1852 e operativo fino al 1964. Nel 1993, dopo un profondo restauro, lo spazio riqualificato è stato trasformato in un luogo di cultura e arte dedicato alle molteplici espressioni del contemporaneo.
EXMA - EXhibiting and Moving Arts
71 Via S. Lucifero
EXMA – Exhibiting and Moving Arts è un Centro Comunale d’Arte e Cultura che ha come obiettivo la promozione e la valorizzazione delle arti contemporanee, in accezione interdisciplinare e multiculturale. Il suo nome è un omaggio al luogo che lo ospita, gli spazi dell’ammazzatoio comunale di Cagliari ultimato nel 1852 e operativo fino al 1964. Nel 1993, dopo un profondo restauro, lo spazio riqualificato è stato trasformato in un luogo di cultura e arte dedicato alle molteplici espressioni del contemporaneo.
Venne istituita nel 1764 con le Costituzioni per la riforma dell'Università e collocata, per volere del re Carlo Emanuele III di Savoia, nell'edificio eretto sopra il Bastione del Balice, progettato dall'ingegnere militare Saverio Belgrano di Famolasco, e che doveva ospitare l'Università, il Teatro ed il Seminario Tridentino. Alla Biblioteca fu riservato un apposito salone di conservazione e di lettura chiamato 'Sala Grande', oggi 'Sala Settecentesca', arredato con una elegante scaffalatura laccata e dorata. La Biblioteca venne aperta al pubblico nel 1792 e negli anni acquisì nuovi spazi tra cui la Cappella, con volta a botte e riccamente affrescata, oggi adibita a sala di conservazione e consultazione del materiale raro. Il suo nucleo originario era costituito dalla biblioteca privata del sovrano, da fondi appartenenti al soppresso Ordine dei Gesuiti e dalle copie delle opere che i docenti erano tenuti a fornire. Attualmente conserva più di 6000 manoscritti, 236 incunaboli e oltre 5000 cinquecentine.
Biblioteca Universitaria di Cagliari
32 Via Università
Venne istituita nel 1764 con le Costituzioni per la riforma dell'Università e collocata, per volere del re Carlo Emanuele III di Savoia, nell'edificio eretto sopra il Bastione del Balice, progettato dall'ingegnere militare Saverio Belgrano di Famolasco, e che doveva ospitare l'Università, il Teatro ed il Seminario Tridentino. Alla Biblioteca fu riservato un apposito salone di conservazione e di lettura chiamato 'Sala Grande', oggi 'Sala Settecentesca', arredato con una elegante scaffalatura laccata e dorata. La Biblioteca venne aperta al pubblico nel 1792 e negli anni acquisì nuovi spazi tra cui la Cappella, con volta a botte e riccamente affrescata, oggi adibita a sala di conservazione e consultazione del materiale raro. Il suo nucleo originario era costituito dalla biblioteca privata del sovrano, da fondi appartenenti al soppresso Ordine dei Gesuiti e dalle copie delle opere che i docenti erano tenuti a fornire. Attualmente conserva più di 6000 manoscritti, 236 incunaboli e oltre 5000 cinquecentine.
Spiagge da sogno
Acque turchesi, grandi distese di sabbia bianca e finissima, lussureggiante macchia mediterranea, dune disegnate dal vento, calette da sogno, imponenti scogliere. E’ questo lo splendido paesaggio che contraddistingue Costa Rei, otto chilometri di spiagge spettacolari che si susseguono una dopo l’altra nella parte sud-orientale dell’isola. Non si fa fatica a capire perché la caraibica spiaggia di Costa Rei, la spiaggia principale del bellissimo litorale, sia stata inclusa nel 2009 dalla Lonely Planet tra le 10 spiagge più belle del mondo.
41
moradores locais recomendam
Costa Rei
41
moradores locais recomendam
Acque turchesi, grandi distese di sabbia bianca e finissima, lussureggiante macchia mediterranea, dune disegnate dal vento, calette da sogno, imponenti scogliere. E’ questo lo splendido paesaggio che contraddistingue Costa Rei, otto chilometri di spiagge spettacolari che si susseguono una dopo l’altra nella parte sud-orientale dell’isola. Non si fa fatica a capire perché la caraibica spiaggia di Costa Rei, la spiaggia principale del bellissimo litorale, sia stata inclusa nel 2009 dalla Lonely Planet tra le 10 spiagge più belle del mondo.